Corsi BLS D - Basic Life Support

Cos'è un corso BLS D? Perché un medico deve farlo e le sedi dove è possibile iscriversi...

BLS

BLS-D sta per Basic Life Support - Defibrillator, ossia primo soccorso con utilizzo del defibrillatore.

Un corso del genere dura una giornata e ha un costo di circa 100 euro, con possibilità di aggiungere anche moduli a scelta come quello pediatrico; se l'ente è accreditato (IRC, ERC, American Heart Association) verrà rilasciato anche un attestato con patente di abilitazione al primo soccorso.

Il corso BLS comprende tecniche che possono essere rivolte sia a personale medico che laico: rianimazione cardiopolmonare (RCP), gestione del defibrillatore automatico esterno (DAE) e disostruzione delle vie aeree (manovra di Heimlich).

1.0

Rianimazione Cardio-Polmonare (RCP)

Riconoscere un soggetto in arresto cardiaco e iniziare tempestivamente il massaggio cardiaco è alla base del Basic Life Support. Imparare il corretto algoritmo costituito dal giusto rapporto di compressioni e ventilazioni fa la differenza tra un BLS efficace o meno.

Se da un lato le statistiche non sono confortanti sulle possibilità di recupero con la sola RCP, bisogna comunque tenere a mente che in questa fase l'obiettivo è mantenere il soggetto nelle migliori condizioni possibili in attesa dell'arrivo del soccorso avanzato, e in questo il BLS è efficace: mantenere almeno un minimo circolo è comunque meglio di niente.

2.0

Defibrillatore (DAE)

Una scarica elettrica può veramente fare la differenza riattivando la pompa cardiaca, le percentuali di successo sono enormemente più generose in questo caso. Utilizzare i nuovi defibrillatori automatici o semiautomatici è semplice, bisogna però saperlo fare con perizia e padronanza anche per l'incolumità propria e di chi ci sta intorno: applicare correttamente le placche, sapere quando (e se) scaricare e la procedura da seguire per farlo in sicurezza.

Saper utilizzare un DAE significa non solo essere in grado di eseguire un corretto BLS-D, ma anche poter fare la differenza nel quotidiano: sempre più spesso infatti è possibile trovare tali dispositivi in spazi pubblici esterni o interni (es. centri commerciali), al pari degli estintori. La percentuale di successi della defibrillazione e la frequenza degli arresti nella popolazione generale è tale da giustificare spese simili, quindi vale la pena essere pronti.

3.0

Disostruzione vie aeree (Heimlich)

Benché raramente venga chiamata la Guardia Medica per eseguire una manovra di Heimlich, anche in questo caso è bene, da medici, essere preparati nel quotidiano per episodi simili. Poche e semplici mosse possono risolvere completamente una situazione potenzialmente mortale, specialmente quando si ha a che fare con neonati e bambini che tendono a mettere in bocca qualunque oggetto. Anche in questo caso però bisogna sapere quando e se praticare la manovra, oltre alla tecnica operativa.

Caposaldo del BLS è la pratica, a questo soprattutto servono i corsi specifici: saper fare è molto diverso da sapere e basta, oltre al fatto che con la pratica si memorizza meglio.
Perché fare un corso di primo soccorso?

  • Perché è un dovere professionale e rientra tra le competenze minime che ci si aspetta da un medico (anche dal punto di vista legale!)
  • Perché in Continuità Assistenziale ci si trova spesso di fronte a pazienti critici, le cui condizioni potrebbero rapidamente precipitare (anche se presumibilmente e auspicabilmente non capiterà mai nell'arco della propria vita di dover attuare un BLS)
  • Perché è un'ottima occasione di crescita professionale a un costo minimo di tempo e denaro
  • Perché vi renderà più sicuri nel lavoro e nella vita, mettendo finalmente a tacere quella vocina fastidiosa che vi dava il tormento: "E adesso che faccio se cade svenuto?"

Se questa breve presentazione vi ha convinti, come spero, nella sezione link di HackMed sono disponibili alcune sedi dove è possibile informarsi per corsi BLS e non solo. In caso contrario... i commenti sono a vostra disposizione!

 

Aggiungi commento


Segui HackMed...

Contatti

 
 
 
 
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
 

Ebbene sì, come ogni altro sito, anche HackMed utilizza cookies